logo

Benvenuti sul mio Blog!

Giovane creatura amante della terra
Veterinaria
Yoga teacher UISP
Cuoca Raw Veg di Botanica Lab Cucina a Bologna

Dal mio canale Youtube

YOGA del mattino a letto

Cosa mangia il mio bimbo vegano in un giorno// what my vegan baby eats in a day

Ragù vegano fatto in casa

info@ririairin.it

Bologna, Italia

Top

Karma e Insegnamento

Ricordo benissimo la mia prima lezione di yoga, dico prima in quanto per me, anche se avevo già praticato tantissime volte in altre strutture, quella fu la prima volta che incontrai il mio Maestro.

Successe tutto all’improvviso e nel modo più inaspettato.

I motivi per cui ho scelto lui li ho razionalizzati solo oggi, dopo anni che ho l’onore di lavorarci assieme.

Sul momento, ricordo che mi vibrarono dentro e mi fecero sentire nel posto giusto con la persona giusta. Li sperimentai sul mio corpo, li provai nell’esperienza della pratica e fu assolutamente irrazionale.

Il suo sorriso, il suo OM che mi fece vibrare il cuore, quel suo tocco delicato, chiarificatore, illuminante che arrivava sempre nel momento giusto ad aiutare un corpo che allora era forgiato dallo sport, ma senza una reale anima vibrante, fluida e vitale, erano quello che mi face stare bene ed erano quello di cui io avevo bisogno in quel preciso momento.

Mi sono chiesta tantissime volte, osservandolo dedicarsi al suo mestiere, cosa lo spingesse e lo portasse ogni giorno ad affrontare ore e ore di pratica yoga assieme a persone estranee e PER quelle stesse persone estranee. Vederlo gioire per i traguardi e i miglioramenti delle persone è una gioia, gli si illumina il volto e diventa luce.

Più ci penso e più sono convinta che sia proprio il Karma: è l’inevitabile destino che ha portato il mio Maestro a diventare Maestro di tante persone.

Se analizziamo le varie accezioni che vengono riservate a questa parola non possiamo che trovare chiarezza: “azione che consiste in un movimento, ogni atto rituale, atto precedentemente fatto che porta nel presente ad un inevitabile risultato, fato, destino (generato da atti compiuti in vite precedenti), occupazione, particolare dovere, prodotto, risultato, effetto, lavoro, attività.”

Sri Ishopanishad dice che l’universo è un sistema ordinato e intelligente, che tende all’equilibrio, ma anche rivolgendoci alle teorie più materialistiche e concrete della nostra scienza occidentale moderna possiamo fare il parallelo con il Terzo principio della dinamica: “Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria”.
Diventare Maestro, è una spinta inevitabile, che viene dal profondo della nostra Atman. E quando ci troviamo di fronte a un Bravo Maestro, non possiamo che riconoscerne l’ autorità, professionalità, non possiamo che sentirci bene, in pace e gioire della luce che emana.
Il Maestro, in quel momento, è un essere in equilibrio con l’universo e porta lo studente nel suo stesso equilibrio.

Diventare Maestro è l’inevitabile effetto.
E’ il traguardo a cui l’universo porta le persone, che in realtà lo sono veramente, o lo saranno in futuro, vicino o lontano che sia. In questa vita o in una vita futura un Bravo Maestro non potrà che essere un Bravo Maestro.
Potremmo fare molti discorsi che spieghino il motivo per cui un Maestro di yoga non troverà la felicità nel fare il commercialista, e viceversa. A me piace pensare che sia un’anima piena e grata di aver ricevuto tanto dalla vita presente e passata e che ora non possa che donare agli altri la consapevolezza del corpo e della mente. In realtà nessuno lo saprà mai, non è dato sapere all’essere terrestre i rimescolamenti del karma. Tantomeno ci sono date sapere la tempistica o la modalità con cui si arriverà a questo equilibrio felice. L’importante è sapere che se quello è il nostro karma allora si concretizzerà e diventerà un avvenimento reale della nostra vita. Diventeremo Maestri anche noi e dovremo accogliere questo avvenimento a braccia aperte, con il sorriso sulle labbra….Proprio come fa il Mio Maestro.

La risposta l’ho trovata: è KARMA!

Più ci penso e più sono convinta che sia proprio il Karma: è l’inevitabile destino che ha portato il mio Maestro a diventare Maestro di tante persone.

Se analizziamo le varie accezioni che vengono riservate a questa parola non possiamo che trovare chiarezza: “azione che consiste in un movimento, ogni atto rituale, atto precedentemente fatto che porta nel presente ad un inevitabile risultato, fato, destino (generato da atti compiuti in vite precedenti), occupazione, particolare dovere, prodotto, risultato, effetto, lavoro, attività.”

Sri Ishopanishad dice che l’universo è un sistema ordinato e intelligente, che tende all’equilibrio, ma anche rivolgendoci alle teorie più materialistiche e concrete della nostra scienza occidentale moderna possiamo fare il parallelo con il Terzo principio della dinamica: “Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria”.
Diventare Maestro, è una spinta inevitabile, che viene dal profondo della nostra Atman. E quando ci troviamo di fronte a un Bravo Maestro, non possiamo che riconoscerne l’ autorità, professionalità, non possiamo che sentirci bene, in pace e gioire della luce che emana.
Il Maestro, in quel momento, è un essere in equilibrio con l’universo e porta lo studente nel suo stesso equilibrio.

Diventare Maestro è l’inevitabile effetto.

E’ il traguardo a cui l’universo porta le persone, che in realtà lo sono veramente, o lo saranno in futuro, vicino o lontano che sia. In questa vita o in una vita futura un Bravo Maestro non potrà che essere un Bravo Maestro.

Potremmo fare molti discorsi che spieghino il motivo per cui un Maestro di yoga non troverà la felicità nel fare il commercialista, e viceversa. A me piace pensare che sia un’anima piena e grata di aver ricevuto tanto dalla vita presente e passata e che ora non possa che donare agli altri la consapevolezza del corpo e della mente. In realtà nessuno lo saprà mai, non è dato sapere all’essere terrestre i rimescolamenti del karma.

Tantomeno ci sono date sapere la tempistica o la modalità con cui si arriverà a questo equilibrio felice. L’importante è sapere che se quello è il nostro karma allora si concretizzerà e diventerà un avvenimento reale della nostra vita. Diventeremo Maestri anche noi e dovremo accogliere questo avvenimento a braccia aperte, con il sorriso sulle labbra….Proprio come fa il Mio Maestro.

Grazie Maestro Tommy

Irene

Laureata in Medicina Veterinaria, Cuoca Vegana, Insegnante di Yoga, Mamma di Leonardo. I miei difetti: essere schietta, pignola, dura, impulsiva, istintiva e non demordere mai, mai, al limite dell’odioso. I miei pregi: essere sveglia, vitale, decisa, buona, emotiva, amorevole, sensibile, possedere una grandissima forza di volontà e propensione all’ascolto.

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.